Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Tuscia Romana

I musei del territorio

Il Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Il materiale originale ed alcune immagini in queste pagine sono © o di proprietà di Luciano Russo: la Redazione ringrazia l'autore / il proprietario per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vigna di Valle Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Volare necesse est" (continua)

1903 – Wilbur ed Orville Wright, il primo volo “a motore”

 

"Volare necesse est"

Il mito di Icaro

1482 – Leonardo da Vinci, l’intuizione del genio

1670  – Francesco Lana Terzi, il concetto di “più leggero dell’aria”

1783 – Joseph-Michel e Jacques-Etienne Montgolfier, il pallone aerostatico

1891 – Otto Lilienthal, il volo “a vela”

1896 – Octave Chanute, l'“aero-plano”

1903 – Wilbur ed Orville Wright, il primo volo “a motore”

Il testimone passa a Roma

 

Pagina di origine  

L’Aeronautica Militare Italiana – Un'introduzione

"Un piccolo spazio  personale" di Luciano Russo

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

“Volare necesse est!” (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1903 – Wilbur ed Orville Wright

Il primo volo “a motore”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ideale passaggio del testimone da un precursore all’altro, continua quindi quando il biplano di Chanute serve da modello all’apparecchio costruito da due giovani fabbricanti di biciclette di Dayton, Ohio, Stati Uniti d'America.

 

 

Wilbur ed Orville Wright cominciano ad interessarsi seriamente ai problemi del volo non a caso nel 1896, colpiti dalla tragedia di Lilienthal, e mostrano da subito un profondo e crescente interesse per gli esperimenti sia di Lilienthal che di Chanute.

 

Con Chanute hanno dapprima una fitta corrispondenza e poi ripetuti incontri, proprio a Dayton, a partire dal 26 giugno 1901.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da sinistra Orville e Wilbur Wright.

 

 

 

 

 

 

 

Finanziati dalla sorella, Orville malato di tifo, iniziano nel 1900 con tenacia, determinazione e in gran segreto i loro tentativi, sulla spiaggia di Kitty Hawk, nella Carolina del Nord, alternandosi ai comandi in più di 800 voli a vela pienamente riusciti.


Raggiungono un fondamentale primo salto di qualità nello sviluppo della loro macchina volante, quando risolvono i problemi dell’equilibrio laterale e longitudinale del velivolo (i due su tre assi ancora non controllabili) con lo “svergolamento” delle ali, che permette loro di riequilibrare prontamente ogni alterazione del suo assetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una foto originale del primo aeroplano a motore – “The Flyer”, cioè letteralmente "Il Volante" o "Il Volantino" o "L'Aviatore" o "LA MAcchina Volante" dei fratelli Wright – sulla spiaggia di Kitty Hawk, in North Carolina, USA.