Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Tuscia Romana

I musei del territorio

Il Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Il materiale originale ed alcune immagini in queste pagine sono © o di proprietà di Luciano Russo: la Redazione ringrazia l'autore / il proprietario per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vigna di Valle Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Volare necesse est" (continua)

1482 – Leonardo da Vinci, l’intuizione del genio

 

"Volare necesse est"

Il mito di Icaro

1482 – Leonardo da Vinci, l’intuizione del genio

Il “Codex Atlanticus”

1670  – Francesco Lana Terzi, il concetto di “più leggero dell’aria”

1783 – Joseph-Michel e Jacques-Etienne Montgolfier, il pallone aerostatico

1891 – Otto Lilienthal, il volo “a vela”

1896 – Octave Chanute, l'“aero-plano”

1903 – Wilbur ed Orville Wright, il primo volo “a motore”

Il testimone passa a Roma

 

Pagina di origine  

L’Aeronautica Militare Italiana – Un'introduzione

"Un piccolo spazio  personale" di Luciano Russo

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

“Volare necesse est!” (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1482 – Leonardo da Vinci

L’intuizione del genio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il primo teorico del volo umano è Leonardo da Vinci che, sponsorizzato da Ludovico il Moro della potente famiglia degli Sforza, dal 1482 vi lavora a Milano, in una cascina all’ombra del Duomo.

 

 

Intuisce, studia sistematicamente ed analizza i “meccanismi” del volo: pur non risolvendo di fatto alcun problema aerodinamico, gli appunti, i disegni ed i diagrammi del “Codice Atlantico” dimostrano tutta la rivoluzionaria modernità delle sue intuizioni.

 

Progetta, con quattro secoli di anticipo, macchine “volanti” e, con la tecnologia del tempo, cerca di mettere insieme apparecchiature come la macchina ad ala battente e l’aliante, che non si discostano molto da quelle poi realizzate tra fine ‘800 e inizi ‘900!

 

 

 

 

 

 

 

 

Leonardo da Vinci nel celebre autoritratto.

 

 

 

 

 

 

 

Il volo umano rimane un sogno irrealizzabile fino al Rinascimento, quando si sveglia nell’uomo un nuovo bisogno di conoscere e capire la natura: Leonardo rappresenta quel momento cruciale di passaggio, tra quanto finora fantasticato sul volo e tentativi sperimentali finalizzati a realizzare il volo umano.

 

Da Vinci, grande osservatore dei fenomeni naturali, applica un approccio scientifico al problema, analizzando il volo degli uccelli e conducendo veri e propri esperimenti sulla resistenza ed il controllo dell’aria – un presagio di quei metodi che nel 17° secolo verranno adottati con la grande rivoluzione scientifica dell’Illuminismo, soprattutto attraverso il lavoro di Galileo Galilei e Isaac Newton.