Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Verso un Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Le tradizioni

I dialetti – Così parlavamo

Il dialetto di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è © Giovanni Orsini i testi e Luigi Felluca e Massimo Prugini le cartoline,

editato, redatto, corretto, rivisto, completato e arricchito da Luciano Russo: la Redazione ringrazia gli autori per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o

"Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità'" di Giovanni Orsini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)
Lettera "M" (continua)

Mog-Mos

 

Il nostro dialetto

Vocabolario del Dialetto Braccianese

 

A | B | C | D | E | F | G

 

I | J | L | M | N | O | P

 

Q | R | S | T | U | V | Z 

 

La lingua e il dialetto - Una introduzione a "Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o "Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità' " di Giovanni Orsini

Modi di dire, detti e proverbi popolari  

Le cartoline di Bracciano com'era

 

 

Giovanni Orsini Una presentazione

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A | B | C | D | E | F | G | I | J | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z

 

 

 

 

 

“M

 

 

come Mogne

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mac-

-Mad

 

 

 

Mag

 

 

 

Mal-

-Man

 

 

 

Map-

-Maz

 

 

 

Mbe-

-Mez

 

 

 

Mic-

-Moc

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mog-

-Mos

 

 

 

Moz-

-Mpa

 

 

 

Mpe-

-Mut

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Termine

 

 

Significato

 

 

Espressioni esemplificative

(e note)

 

 

 

Mogne

 

 

 

Mungere

 

 

 

Vad'a mogne le vacche…”

 

(Vedi anche Mugne)

 

 

 

Mola

 

 

 

Mulino

 

 

 

Vad'a la mola a compra' la farina…”

 

(Vedi anche Mulinaro)

 

 

 

Mollaccione

 

 

 

Di persona debole, flaccida

 

 

 

 

 

 

 

Monachelle

 

 

 

Oggi diremmo "Pop Corn", una "modernità" americana come tante altre, ma si facevano anche prima semplicemente mettendo dei chicchi di "granturco" - come allora veniva chiamato il mais - a cuocere in una padella con pochissimo olio

 

 

 

A ma', famo le monachelle?…”

 

 

 

 

 

 

 

Immagine poetica data dai nonni ai nipotini seduti davanti al camino acceso nell'ombra della sera quando delle scintille si alzano dalla fiamma per poi sparire velocemente sù per la cappa

 

 

 

Mesà ch'è ora d'annassene a dormi'!

Vedi, pure le monachelle se ne vann'a letto…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monica

 

 

 

Suora, religiosa

 

 

 

“L'asilo de le Moniche der Divinamore…”

 

“'Na vorta ggiù a l'Ospedale ce staveno le Moniche de San Vincenzo: tanto brave, ma 'n capoccia c'aveveno 'na barca a vela…”

 

“'Se vedemo davanti ar Convento de le Moniche…”

 

 

 

 

 

 

Monnezza

 

 

 

Immondizia, spazzatura, nettezza urbana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di qualcosa di bassa qualità o qualcuno senza troppi principi

 

 

 

“'Sta machina è 'na monnezza…”

 

 

 

 

 

 

Monnezzaro

 

 

 

Di persona addetta alla raccolta della spazzatura: oggi si direbbe "operatore ecologico" - altri tempi, eh il progresso…

 

 

 

“Va ggiù a vota' 'r secchio, che sta 'rriva 'r monnezzaro…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Luogo dove si raccoglieva e bruciava l’immondizia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche di luogo sporco

 

 

 

“Da 'n po' 'na spicciata: ma cche me rappresenta 'sto monnezzaro…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monta

 

 

 

Accoppiamento degli animali: fino agli Anni Settanta, a Pisciarelli, in Località Caterbo, esisteva la Stazione di Monta, che peraltro era sottoposta alla vigilanza dello Stato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monta'

 

 

 

Salire

 

 

 

Aoh, monta 'n machina che te porto a casa…”

 

Monta su la scala che ta la reggo io…”

 

(Vedi anche Piana')

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dell'accoppiarsi di bestie

 

 

 

“È ora de falla monta'…”

 

(Vedi anche Monta)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche volgarmente dell'accoppiamento umano

 

 

 

“Me la so' montata…”

 

(Vedi anche Fa', Scopa')

 

 

 

 

 

 

Montarozzo

 

 

 

Collinetta, dosso

 

 

 

“Ce tocchera' a spiana' 'sto montarozzo…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monticiano

 

 

 

Abitante del Rione Monti di Bracciano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mora

 

 

 

Livido

 

 

 

Ho sbattuto 'n de ‘na coscia, speramo che nun m’è ce vie' la mora…”

 

 

 

 

 

 

Morammaito

Morìammaito

 

 

 

Imprecazione benevola

 

 

 

“Aoh, m'ha messo 'na paura, morìammaito…”

 

(Vedi anche Morìammazzato)

 

 

 

 

 

 

Morì-ammazzato

mort-ammazzato

 

 

 

Imprecazione malevola

 

 

 

“Nun fatte più véde qui, morìammazzato…”

 

(Vedi anche Morìammaito )

 

 

 

 

 

 

Mortaccino

 

 

 

Cattivo odore di carne in stato di putrefazione

 

 

 

“Puzza de mortaccino…”

 

(Vedi anche Freschino)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Morte

cazzuta

 

 

 

Di persona dalll’aspetto estremamente magro, smunto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mortorio

 

 

 

Corteo funebre

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di festa mal riuscita, priva di brio ed allegria

 

 

 

“Che tt'ho dda di', 'n mortorio così nu l'avevo mai visto…”

 

(Vedi anche Mosceria, Mosciume)

 

 

 

 

 

 

Moscaro

 

 

 

Di locale pieno di mosche

 

 

 

Nun ce se po’ ‘nna' più a pranzo da Renato: è tutto un moscaro…”

 

 

 

 

 

 

Mosceria

 

 

 

Tristezza

 

 

 

“Lassa perde: 'na mosceria!…”

 

(Vedi anche Mortorio, Mosciume)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mosciame

 

 

 

Filetto di tonno, ripulito, asciugato, salato e messo ad essiccare al sole: tagliato sottilissimo è stato sulle tavole braccianesi fino all’Ottocento, poi, pur essendo ancora prodotto, non è stato più venduto in zona

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mosciarella

 

 

 

Castagna sgusciata, bagnata e fatta seccare

 

 

 

“Quanto lo fai 'n cartoccetto de mosciarelle?…”

 

(Vedi anche Fiera, Mosciarellaro)

 

 

 

 

 

 

Mosciarellaro

 

 

 

Venditore ambulante di frutta secca: mosciarelle, prugne, visciole, fichi secchi, arachidi ecc.

 

 

 

(Vedi anche Fiera, Mosciarella)

 

 

 

 

 

 

Mosciasse

 

 

 

Avvilirsi, perdere l’entusiasmo

 

 

 

“'N te moscia', vedrai che 'na soluzzione se troverà…”

 

(Vedi anche Ammosciasse)

 

 

 

 

 

 

Moscini

 

 

 

Moscerini del vino

 

 

 

“È pieno de moscini: 'n se pò respira'…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Moscio

 

 

 

Mogio

 

 

 

“Oggi te vedo moscio: ch'è successo?…”

 

(Vedi anche Mosciume)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Espressione tanto volgare quanto ironica e scherzosa rivolgendosi a una persona di carnagione chiara e capigliatura rossa

 

 

 

A roscio, passa domani che oggi cell'ho moscio!  …”

(Detto popolare)

 

 

 

 

 

 

Mosciume

 

 

 

Atmosfera triste, "moscia"

 

 

 

“Che mosciume 'sta festa…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mancanza di lena

 

 

 

Regà, che è 'sto mosciume? Forza,  damese da fa'!…”

 

(Vedi anche Moscio, Mosceria, Mortorio)