Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Verso un Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Le tradizioni

I dialetti – Così parlavamo

Il dialetto di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è © Giovanni Orsini i testi e Luigi Felluca e Massimo Prugini le cartoline,

editato, redatto, corretto, rivisto, completato e arricchito da Luciano Russo: la Redazione ringrazia gli autori per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o

"Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità'" di Giovanni Orsini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)
Lettera "C" (continua)

Cri-Cro

 

Il nostro dialetto

Vocabolario del Dialetto Braccianese

 

A | B | C | D | E | F | G

 

I | J | L | M | N | O | P

 

Q | R | S | T | U | V | Z 

 

La lingua e il dialetto - Una introduzione a "Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o "Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità' " di Giovanni Orsini

Modi di dire, detti e proverbi popolari  

Le cartoline di Bracciano com'era

 

 

Giovanni Orsini Una presentazione

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A | B | C | D | E | F | G | I | J | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z

 

 

 

 

 

“C

 

 

come Cricca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cac

 

 

 

Cag-

-Cal

 

 

 

Cam-

-Can

 

 

 

Cap

 

 

 

Car

 

 

 

Cas-

-Cat

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cav-

-Caz

 

 

 

Cca-

-Cer

 

 

 

Ces-

-Chi

 

 

 

Cia-

-Cib

 

 

 

Cic-

-Cin

 

 

 

Cio-

-Ciu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Coa-

-Com

 

 

 

Con-

-Cor

 

 

 

Cos-

-Cre

 

 

 

Cri-

-Cro

 

 

 

Cuc-

-Cur

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Termine

 

 

Significato

 

 

Espressioni esemplificative

(e note)

 

 

 

Cricca

 

 

 

Combriccola

 

 

 

“Ecchitili, la cricca der Sabbazzio…”

 

 

 

Cricca'

 

 

 

Bere il vino con estremo piacere

 

 

 

Peppe cricca ch'è 'na bellezza!…”

 

 

 

Cristiere

 

 

 

Clistere

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nell'espressione "datti una calmata"

 

 

 

“Aoh, fatte 'n cristere!…”

 

 

 

Cristo

 

 

 

Esclamazione di meraviglia e di fermezza

 

 

 

Eh, cristo!…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per sottolineare che una decisione è irremovibile, "è così e così rimane", "non insistere"

 

 

 

Nun ce so' né cristi né madonne!…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel gioco della Tombola il numero 33

 

 

 

L’anni de Cristo…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Brutta caduta

 

 

 

Ha fatto ‘n cristo a scrociasse che a momenti se roppeva tutt'e due le zampe…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di persona opportunista o fortunata

 

 

 

Ha trovato Cristo a mete e San Pietro a lega'…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di uomo dal corpo possente e/o di alta statura

 

 

 

Volevo passa', ma me so' trovato davanti 'sto cristo…”

 

(Vedi anche Cristone)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cristiana

Cristiano

 

 

 

Donna, uomo, soprattutto nel senso commiserativo di "povera donna" e "pover'uomo"

 

 

 

'Sta pora cristiana tocca d'aiutalla…”

 

 

 

 

 

 

Cristone

 

 

 

Uomo dalla corporatura molto alta e possente

 

 

 

(Vedi anche Cristo)

 

 

 

 

 

 

Critico'

 

 

 

("O" chiusa) Personaggio immaginario il cui nome veniva usato come appellativo di persona che vorrebbe possedere tutto quello che vede o di bambino che fa i capricci

 

 

 

Se' peggio de Critico', che quello che vede vo’…”

(Modo di dire popolare)

 

 

 

 

 

 

Crocchia'

 

 

 

Picchiare

 

 

 

Stasera quanno vije' tu patre te crocchia…”

 

 

 

 

 

 

Crocetta

 

 

 

Gruccia appendiabiti, di legno ed una volta a forma di croce con un manico centrale per poterla appendere anche nella sezione più alta dell'armadione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Crognola

 

 

 

Grosso colpo, botto, urto

 

 

 

J'ho ddato ‘na crognola…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bestemmia

 

 

 

“Ha ttirato ‘na crognola che 'r Patreterno l'ha da furmina'…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di esplosioni multiple, botti in sequenza 

 

 

 

“Ha' sentito che crognole 'sti fochi?…”

 

 

 

 

 

 

Crognolo

 

 

 

Arbusto o piccolo albero del Corniolo, i cui frutti - a forma di ciliegine allungate dal rosso corallo al giallo - vengono utilizzati per succhi di frutta, marmellate da carne e come ottimo aromatizzante in bevande alcoliche, quali la grappa

 

Il suo legno, durissimo ed estremamente resistente, viene a lungo usato per dettagli soggetti a continua usura in antichi macchinari di legno, come raggi e denti di ingranaggi (ruote dentate à la Leonardo) e per precise lavorazioni al tornio