Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Verso un Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Le tradizioni

I dialetti – Così parlavamo

Il dialetto di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è © Giovanni Orsini i testi e Luigi Felluca e Massimo Prugini le cartoline,

editato, redatto, corretto, rivisto, completato e arricchito da Luciano Russo: la Redazione ringrazia gli autori per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o

"Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità'" di Giovanni Orsini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)
Lettera "C" (continua)

Cic-Cin

 

Il nostro dialetto

Vocabolario del Dialetto Braccianese

 

A | B | C | D | E | F | G

 

I | J | L | M | N | O | P

 

Q | R | S | T | U | V | Z 

 

La lingua e il dialetto - Una introduzione a "Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o "Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità' " di Giovanni Orsini

Modi di dire, detti e proverbi popolari  

Le cartoline di Bracciano com'era

 

 

Giovanni Orsini Una presentazione

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A | B | C | D | E | F | G | I | J | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z

 

 

 

 

 

“C

 

 

come Cicchetto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cac

 

 

 

Cag-

-Cal

 

 

 

Cam-

-Can

 

 

 

Cap

 

 

 

Car

 

 

 

Cas-

-Cat

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cav-

-Caz

 

 

 

Cca-

-Cer

 

 

 

Ces-

-Chi

 

 

 

Cia-

-Cib

 

 

 

Cic-

-Cin

 

 

 

Cio-

-Ciu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Coa-

-Com

 

 

 

Con-

-Cor

 

 

 

Cos-

-Cre

 

 

 

Cri-

-Cro

 

 

 

Cuc-

-Cur

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Termine

 

 

Significato

 

 

Espressioni esemplificative

(e note)

 

 

 

Cicchetto

 

 

 

Bicchierino di liquore

 

 

 

Arfre', n’amese a fa’ ‘n cicchetto…”

 

 

 

 

 

 

 

Ramanzina, sgridata

 

 

 

Mi patre m’ha fatto er cicchetto perché so’ 'rrivato tardi a pranzo…”

 

 

 

Ciccia

 

 

 

Nel linguaggio dei bambini, la carne

 

 

 

Magna la ciccia, a mamma, che te fa’ cresce…”

 

 

 

 

 

 

 

Interiezione per "non importa", "lasciamo stare tutto così com'è", "non fa niente", "come non detto" 

 

 

 

Si la metti così, allora ciccia!…”

 

 

 

Ciccia'

 

 

 

Germogliare

 

 

 

'St'anno 'r nespolo ciccia presto!…”

 

 

 

 

 

 

 

Spuntare fuori, presentarsi inaspettatamente

 

 

 

E tu da ‘ndo cicci ?…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciccia

baffetta

 

 

 

"Simpatica" espressione per l’organo sessuale femminile

 

 

 

(Vedi anche Ciccia baffuta)

 

 

 

 

 

 

Ciccia

baffuta

 

 

 

L’organo sessuale femminile

 

 

 

(Vedi anche Ciccia baffetta)

 

 

 

 

 

 

Cicciabomba

 

 

 

Modo scherzoso con il quale i bambini appellano un compagno in carne

 

 

 

È 'rrivato Cicciabomba!…”

 

 

 

 

 

Ciccio

 

 

 

Escrescenza della pelle

 

 

 

“M'è spuntato 'n ciccio sur collo…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La parte più interna di alcune verdure, come la  lattuga, i broccoli ecc.

 

 

 

De contorno damme solo 'n ciccio de 'nsalata oijo e aceto…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cicia

 

 

 

Di persona estremamente delicata

 

 

 

(Vedi anche Bocca de’ Cicia, Schicchignoso)

 

 

 

 

 

 

Cignale

 

 

 

Cinghiale

 

 

 

“Cell'ha' du sarciccette de cignale?…”

 

 

 

 

 

Cilecca

 

 

 

Di qualcosa che non funziona (magari proprio quando serve!...)

 

 

 

'Sta machina proprio oggi me sta a fa' cilecca …”

 

(Vedi anche Fichetto)

 

 

 

 

 

 

Cimarolo

 

 

 

Il carciofo più grande e buono che cresce in alto al centro della pianta

 

 

 

“Me dai du carciofoli?

Aoh, cimaroli, me raccomanno…”

 

 

 

 

 

 

Cimette

de zucca

 

 

 

Cime della pianta di zucchine che non producono frutto: cotte, si mangiano a zuppa o ripassate in padella

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cimicia

Cimicetta

 

 

 

Puntina cosiddetta "da disegno", corta e a testa larga da usare sui vecchi tavoli da disegno o bacheche, entrambi di legno, per tenere fermi o sù grandi rispettivamente piccoli fogli di carta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cinema

Vecchio

 

 

 

A Bracciano l’antico, originale Cinema Virgilio (ora completamente ricostruito con due sale di proiezione al coperto) vicino al Convento delle Suore del Divino Amore, per distinguerlo dal Novo Cine, chiamato sinteticamente "Novo": oltre alla piccola sala al coperto utilizzata d'inverno, il "Vecchio" offriva proiezioni all'aperto su un grande cortile ghiaiato durante la stagione estiva - al fresco, sotto il cielo stellato e con il profumo di piante e fiori, uno spettacolo nello spettacolo - quindi ai ragazzini e a chiunque non potesse o volesse pagare il biglietto bastava arrampicarsi sul muro di cinta...

 

 

 

Lo fanno ar Vecchio o ar Novo ?…”

 

(Vedi anche Novo Cine)

 

 

 

 

 

 

Cinquina

 

 

 

Schiaffo dato a mano aperta e che lascia il segno

 

 

 

M'ha dato 'na cinquina …”

 

(Vedi anche Boccatone)