Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Verso un Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Le tradizioni

I dialetti – Così parlavamo

Il dialetto di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La lingua e il dialetto - Una introduzione a "Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o "Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità'" di Giovanni Orsini– Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le cartoline di Bracciano com'era (continua)

Lettera "T"

Lago, fine Anni '20 del secolo scorso

 

Le cartoline di Bracciano com'era

Lettera "A"

Lettera "B"

Lettera "C"

Lettera "D"

Lettera "E"

Lettera "F"

Lettera "G"

Lettera "I"

Lettera "J"

Lettera "L"

Lettera "M"

Lettera "N"

Lettera "O"

Lettera "P"

Lettera "Q"

Lettera "R"

Lettera "S"

Lettera "T"

Lettera "U"

Lettera "V"

Lettera "Z"

Detti e proverbi popolari  

 

Pagina di origine

 

Giovanni Orsini Una presentazione

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Le cartoline di Bracciano com'era (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lettera “T”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lago, fine Anni '20 del secolo scorso

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Panorama del lago dalla curva della Madonna del Riposo lungo la Via del Lago.

 

I tre contadini a destra tornano probabilmente dal lavoro negli orti “Sotto Rocca”, ignari del fotografo, mentre un bambino in pantaloncini corti, a sinistra del cancello al centro della foto, ha aspettato pazientemente lo scatto appoggiandosi all'albero, in posa.

 

 

Le tre figure, le quali salgono dalla scorciatoia che taglia fino a “Villa Maria”, sul rettilineo prima dell'odierno semaforo sulla Circumlacuale, mostrano evidente stanchezza nel passo, fa caldo, le giacche sono tolte e appese sulla spalla destra, il primo ha un cappello a tesa, gli altri due sembrano ripararsi il capo con il classico fazzoletto annodato ai quattro angoli.

 

Interessante il cancello centrale perché da su un terreno ripidissimo, ma ancora più affascinante il non vedere un solo edificio giù verso il Lago fin dove lo sguardo arrivi.