Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da qui gli Etruschi... – Note di approfondimento storico

Capire il passato per vivere meglio il presente pensando al futuro

Chi siamo

Il materiale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Roma città etrusca, eccome!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli Etruschi a Roma Ancora prima che esista

 

Gli Etruschi a Roma Ancora prima che esista

I Re di Roma Quasi la metà Etruschi

Le grandi opere della Roma etrusca

"Roma" Etimologia della parola

 

La preistoria e protostoria di Roma

"Roma", etimologia della parola - Un fiume e la sua città 

La Prima Età Regia Latini e Sabini dominano

La Seconda Età Regia Gli Etruschi prendono il comando

Una sconosciuta località latino-sabina diventa città etrusca

L'inascoltato monito della Tomba dei Saties a Vulci – "Etruschi rimanete uniti!"

"Tecnica di un colpo di stato" di Bruno Panunzi

Roma è Roma! –  Amiamola come grande figlia, non certo come madre

 

La fondazione di Roma rivisitata dai bambini

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Gli Etruschi a Roma Ancora prima che esista

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le prime tracce di vita umana nel territorio risalgono a circa 650.000 anni fa, lungo l'antico corso del Fiume Tevere a circa 250.000 anni e nella zona dei Sette Colli al 1.400 aC.

 

Tradizionalmente le relazioni fra Roma e gli Etruschi si sono fatte iniziare con le vicende legate alla dinastia dei Tarquini, nella cosiddetta "Seconda Età Regia" di Roma, una serie di eventi storici, anche se poi rimaneggiati, che comunque incidono in modo decisivo sull'evoluzione politica ed istituzionale della città nel suo passaggio dalla fase monarchica a quella repubblicana.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Lapis niger, una lastra di pietra nera con un'iscrizione bustrofedica in alfabeto latino arcaico (scrittura con righe alternate da sinistra a destra e viceversa, come il solco continuo tracciato dai buoi nell'aratura di un campo, ed in caratteri di derivazione greco-etrusca) ritrovata nel Foro romano da Giacomo Boni nel 1899.

 

 

 

 

 

 

 

Ma la presenza in loco di popolazioni di origine etrusca sui colli dove poi nascerà Roma è oggi archeologicamente provata, tra l'altro, dal recente ritrovamento di reperti databili alla prima Età del Ferro, con chiari influssi della Cultura Tardo-Villanoviana, oltre che da fonti epigrafiche e letterarie, le quali ultime accennano a contatti fra il Re di Alba Longa Amulio ed il Re etrusco Vel o Vipe, molto probabilmente di Vejo.

 

Questo avviene prima della fondazione di Roma, convenzionalmente collocata, secondo una consolidata tradizione, a metà dell'VIII sec. aC, più precisamente il giorno 21 aprile del 753 aC, seguendo i sacri riti etruschi, come descritto da Tito Livio nell'Ab Urbe Condita, "Dalla fondazione di Roma".

 

 

Inoltre questa presunta data coincide non solo con la fine del periodo dello sviluppo delle Civiltà Villanoviane etrusche, ma anche con l'inizio della colonizzazione greca nell'Italia Centro-Meridionale, intorno al 775 aC, lo stanziamento cioè dei Greci a Pitecusa, sull’Isola d’Ischia.

 

Lo scenario storico porta quindi a considerare, anche se non provati, almeno plausibili contatti diretti, scambi commerciali e contaminazioni culturali delle Popolazioni Latine lungo il Tevere con Etruschi a Nord e Greci a Sud.