Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da qui gli Etruschi... – Note di approfondimento storico

Capire il passato per vivere meglio il presente pensando al futuro

Chi siamo

Roma città etrusca, eccome!

I Re di Roma, quasi la metà Etruschi

Il materiale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La prima età regia, Latini e Sabini dominano – Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il primo (e il secondo) Re di Roma Romolo (e Tito Tazio)

Assestamenti, consolidamento ed organizzazione

Il ratto delle "Sabine"

 

Il primo (e il secondo) Re di Roma Romolo (e Tito Tazio)

Assestamenti, consolidamento ed organizzazione

Il ratto delle "Sabine"

La co-regenza con il sabino Tito Tazio

Le Gentes Romane

Aria di guerra dentro e fuori le mura

Romolo viene eliminato

 

Pagina di origine

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Il primo (e il secondo) Re di Roma – Romolo (e Tito Tazio)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Assestamenti, consolidamento ed organizzazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il primo mitico Re di Roma si dice sia "Romolo", il cui nome deriva con tutta probabilità dalla città e non il contrario, dal 753 al 716 aC.

 

Prende gli auspici, traccia il solco dei confini della città secondo i sacri riti etruschi, elimina il fratello Remo, cerca stabilità interna e riconoscimento esterno per la sua nuova città, di amalgamarsi politicamente con i popoli confinanti - Ceninesi, Crostumini, Antemnati e Sabini.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il ratto delle “Sabine”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo la leggendaria fondazione di Roma, cerca di proteggerla cercando di stringere patti di alleanza con le popolazioni limitrofe.

 

La cui riluttanza a riconoscerla costituisce la prima grande minaccia alla sua sopravvivenza, primi fra tutti i Sabini guidati Re Tito Tazio.

 

 

 

"Le Sabine" dipinto tra il 1795 e il 1798 dal pittore francese Jacques-Louis David, oggi esposto al Louvre di Parigi.

 

 

Dopo aver invano richiesto loro alleanze ed incrocio etnico attraverso matrimoni misti, si ritrova a dover fronteggiare il problema di una crescente popolazione accozzata di soldati, avventurieri e mercanti, estremamente eterogenea e prevalentemente maschile, gente attratta dalle potenzialità del nuovo centro urbano.

 

Per raggiungere i sui scopi deve passare all'inganno: indice solenni festeggiamenti in onore di Nettuno, cui invita i popoli limitrofi che, scettici ma curiosi, accettano di parteciparvi in massa con interi nuclei familiari, mogli e figlie comprese.