Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da qui gli Etruschi... – Note di approfondimento storico

Capire il passato per vivere meglio il presente pensando al futuro

Chi siamo

Roma città etrusca, eccome!

Il materiale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I Re di Roma, quasi la metà Etruschi – Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La prima età regia Latini e Sabini dominano (continua)

Tutto da discutere! (continua)

Le gettate basi della società romana

Una curiosità

L'ottavo re di Roma

 

La prima età regia Latini e Sabini dominano

Tutto da discutere!

Una monumentale celebrazione a posteriori della grandezza di Roma

I difficili perché di Romolo e Remo

Le gettate basi della società romana

Una curiosità

L'ottavo re di Roma

 

Il primo (e il secondo) Re di Roma Romolo (e Tito Tazio)

Il terzo Re di Roma Numa Pompilio

Il quarto Re di Roma Tullo Ostilio

Il quinto Re di Roma Anco Marzio

Il sesto Re di Roma Tarquinio Prisco

Il settimo Re di Roma Servio Tullio

L'ottavo Re di Roma Tarquinio il Superbo

 

Pagina di origine

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

La prima età regia Latini e Sabini dominano (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutto da discutere! (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le gettate basi della società romana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche se scritta dai detentori del potere e dai vincitori, la storia affonda le sue simbologie in elementi pur sempre oggettivi: il Palatino di Romolo sarà sede dell’Imperatore, l’Aventino di Remo la roccaforte dei lavoratori del vicino Porto fluviale, nella zona  dell’isola Tiberina, immigrati da città e province man mano conquistate.

 

 

 

 

 

 

 

 

I Colli Palatino, sopra, ed Aventino, sotto, come sono oggi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al di là comunque delle simbologie ad hoc del poi, la storia dei "gemelli" (leggiamoli come due aspetti di una medesima natura) segna il di fatto l'avvenuto passaggio di quelle popolazioni da una società nomade e piatta, la cui economia si basa prevalentemente su caccia e pastorizia, ad una civiltà stanziale e di classe, bisognosa sì di una difesa organizzata contro eventuali pericoli esterni, ma in cui regole e leggi vanno soprattutto a proteggere il potere e la proprietà dei pochi, cioè la dominante classe dei Patrizi, armata, contro una a stento sottomessa maggioranza, strumentalmente legata a lavoro e servizi, la classe dei Plebei, disarmata.