Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La cultura siamo noi Noi il pensiero

La società siamo noi, noi la cultura e la nostra storia:  la cultura non ha comparti né livelli - o c'è o non c'è.

Proteggiamo la cultura popolare, madre di tutte le culture!

Il video è © RAI - Radio Televisione Italiana, tratto dal programma "Visionari", il materiale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le idee che cambiano il mondo ‒ Ludwig Van Beethoven

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Visionari"

 

"Visionari"

Ludwig Van Beethoven: "Passerà ancora molto tempo prima che sia compreso dal mondo"

Piccola nota su alcuni Ebrei illustri

 

Charles Robert Darwin: "Le specie non sono immutabili"

Chiara: "L'unica vera ricchezza è l'assoluta povertà"

Sigmund Freud: "L'Io non comanda neppure a casa sua"

Karl Marx: "Il denaro è il potere alienato dell'umanità"

Martin Luther King: "I have a dream"

Leonardo da Vinci: "Paura e desiderio dell'ignoto - perché solo l'esperienza non sbaglia!"

Italo Calvino: "Non vi dirò mai la verità - di questo potete star sicuri!"

La "lettera su dio" di Albert Einstein

 

Luciano Russo - Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

(Abbi pazienza ed aspetta il caricamento del video:

dipende anche dalla qualità della tua connessione...)

 

 

RAI 3 - Visionari - "Intervista a Beethoven", 28 aprile 2014

 

Ludwig Van Beethoven, il quarto di otto Visionari: scienziati, filosofi, intellettuali, uomini e donne di fede, che hanno cambiato il mondo, rivoluzionando la storia delle idee.

 

Simbolo dell’arte occidentale, perfino dell’Europa Unita.

Il "genio" per eccellenza.

Genio romantico.

 

Irascibile e focoso, stravagante, misantropo, sfortunato con le donne, disordinato e sordo.

 

Ludwig Van Beethoven: ancora oggi su dieci composizioni eseguite nel mondo una è sua.

Ovunque. Dalla Germania all’Australia.

 

Quali sono i segreti dell’uomo che ha messo in musica, nella Nona Sinfonia, le parole del poeta Friedrich Schiller:

 

"Abbracciatevi moltitudini

questo bacio vada al mondo intero"?

 

"Compagni di viaggio" del giornalista Corrado Augias nella puntata saranno il musicista e compositore Giovanni Bietti, il cantante rap Frankie–Hi-NRG, il regista e attore Corrado D’Elia e il sociologo Ilvo Diamanti. 

 

 

Visionari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono le idee a creare il mondo: cambiandolo, cioè costruendolo, distruggendolo o ricostruendolo, dandocene insomma una visione inedita.

 

"Visionari" sono uomini e donne capaci di vedere il mondo e se stessi con occhi nuovi, quelli del pensiero, lasciandosi alle spalle ancestrali credenze e scrollandosi di dosso dottrine imposte, penetrando ben oltre al di là delle apparenze, fin dentro la natura stessa delle cose.

 

Il loro pensiero originale ed inventivo segnarono una frattura di assoluta discontinuità con tutto ciò che li precede: le loro idee, accettate o rifiutate, cambieranno comunque il mondo per sempre, perché con loro ci si dovrà confrontare e nulla sarà più come prima.

 

 

Nella serie 2014 di "Visionari" su RAI 3 racconta Corrado Augias controversi personaggi del calibro di Freud, Darwin, Marx, Santa Chiara, Beethoven, Leonardo, Calvino, Luther King, il cui pensiero forma tuttora, impercettibilmente ma nel profondo, la nostra quotidianità.


Per una volta
tv alta: la psicoanalisi, il creazionismo, l'utopia comunista, tutte idee su cui ciascuno di loro si gioca la propria reputazione e la vita stessa, intuizioni che vanno a cambiare drasticamente le regole base e "di comodo" del tradizionale "gioco" sociale.

 

E cambiare le regole del piccolo schermo lo fa lo stesso programma: parla di argomenti come scienza, filosofia, teoria politica, teologia, tutti argomenti purtroppo raramente affrontati su questo mezzo di comunicazione di massa, un programma che non serva a "in-trattenere" o bloccare il pensiero ma al contrario lo stimoli e in maniera "scomoda".
 


E tutto questo
senza il supporto dei soliti culi, tette e demenze gratuiti, ma attraverso documenti, testimonianze, esperti, servizi giornalistici, ricostruzioni e reperti inediti, in una intervista impossibile ai personaggi stessi, mettendo in evidenza le ricadute del loro pensiero nella vita di ciascuno di noi, tutti i giorni, a sovvertire i peggiori luoghi comuni ribadendo la centralità del pensiero innovativo nell’evoluzione dell’umanità.
 

 

Buona visione!