Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Redazione e informazione

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

Vai al sito Natura e ambiente

 

Vai al sito  Turismo e tempo libero

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

UnionTuscia™, l'Unione degli Imprenditori della Tuscia Romana™

La progettualità di UnionTuscia – Nel nostro piccolo possiamo fare grandi cose

Il materiale originale in questa pagina è © Luciano Russo e Bruno Panunzi: la Redazione ringrazia gli autori per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuscia Valley Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il marketing territoriale – Perché e come promuovere la Tuscia Romana (continua)

Un nuovo modo di "governare" il territorio

 

Il marketing territoriale – Perché e come promuovere la Tuscia Romana
Fuochi d'artificio e poi...
Cosa è il marketing territoriale?
Per fare marketing territoriale c'è bisogno di un territorio
Il territorio come protagonista
Un nuovo modo di "governare" il territorio

L’analisi e la pianificazione delle azioni
Gli attori e l'azione
Gli strumenti

 

 Pagina di origine

 

Bruno Panunzi Una presentazione

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

Il marketing territoriale – Perché e come promuovere la Tuscia Romana (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un nuovo modo di governare il territorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In questo contesto l’imprenditorialità delle aziende pubbliche - a tutti i livelli - si dimostra necessaria quanto e più di quella delle private.

 

I nostri politici, tutti i politici enfatizzano volentieri la creazione di migliori presupposti per lo “sviluppo” di un’area: davvero un eufemismo, per essere diplomatici, quando in realtà sappiamo benissimo che è in gioco la sopravvivenza stessa di molti territori, della loro identità e peculiarità culturale.

 

 

Non è difficile dedurre come le attuali politiche di “amministrazione” del territorio (che brutto termine!) vadano radicalmente trasformate in politiche di tutela, valorizzazione e promozione del territorio, mirate ad attrarre attivamente visitatori ed investimenti attraverso:

 

- sostanziali incentivi alle imprese locali e a quelle esterne al territorio,

 

- punti eccellenti di richiamo sul tessuto territoriale e promozione di grandi eventi, anche mediatici,

 

- coerente e veritiera creazione di forti immagini positive del territorio, capaci di contrastare e sostituire quelle eventualmente negative esistenti,

 

- inserimento del “prodotto” territorio in reti finanziarie e logistiche, nazionali e internazionali.

 

 

 

 

 

 

Riuscire ad attirare e legare a se capitali umani ed economici esterni, idonei a “garantire” (se mai fosse possibile) un futuro al territorio, richiede sì nuove competenze ma soprattutto nuovi comportamenti.

 

In questo contesto il rinnovato ruolo delle amministrazioni locali è cruciale: da semplici fornitrici di servizi ai cittadini, ad organizzazioni imprenditorialmente attive nello sviluppo economico del territorio, pronte a soddisfare la domanda di attori interni ed esterni, effettivi e potenziali, in grado di generare ricchezza locale.

 

Le politiche del territorio vanno quindi reindirizzate verso una sostenibile crescita economica e sociale, attraverso adeguati arricchimenti culturali e scientifici ed approcci tipici dell’impresa privata, finalizzati a migliorarne il rendimento: sfruttando i punti di forza, migliorando quelli di debolezza, focalizzando attenzione e risorse su obiettivi selezionati, tra cui prioritaria la promozione del proprio prodotto.