Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Redazione e informazione

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

Vai al sito Natura e ambiente

 

Vai al sito  Turismo e tempo libero

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

UnionTuscia™, l'Unione degli Imprenditori della Tuscia Romana™

La progettualità di UnionTuscia – Perché fare impresa è cultura, ovvero perché lo torni ad essere!

Il materiale originale in questa pagina è © Birgitt Becker, Luciano Russo e UnionTuscia: la Redazione ringrazia gli autori per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TerSo Mondo™

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto umanitario nell’ambito di PianetaTuscia™ (continua)

L’energia solare

Una soluzione a basso prezzo e direttamente fruibile

Meno inquinamento, meno fatica, meno rischio di incendi

 

Progetto umanitario nell’ambito di PianetaTuscia™
A rischio desertificazione
L’energia solare
Una soluzione a basso prezzo e direttamente fruibile
Meno inquinamento, meno fatica, meno rischio di incendi

La cucina ad energia solare – una piccola, grande rivoluzione
Una novità a livello mondiale
Tra gli eventi cui ha partecipato TerSo Mondo™
Raccolta di fondi
 

Il marketing territoriale – Perché e come promuovere la Tuscia Romana

Il boom dell'“incubazione”

Il principio di sussidiarietà

La Scuola Imprenditoriale delle Arti e dei Mestieri della Tuscia Romana

 

Questa è l'Unione

Tuscia Valley

Pianeta Tuscia

Tuscia Impresa™

Opifex Tusciae

Mente Locale™

Laboris Et Honestatis Fructus

EcoTuscia

Terre di Tuscia

 

Birgitt Becker Una presentazione

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

Progetto umanitario nell’ambito di PianetaTuscia™ (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’energia solare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una soluzione a basso prezzo e direttamente fruibile

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una delle più valide alternative al tradizionale consumo dei combustibili fossili è l’utilizzo dell’energia solare, gratuita e praticamente illimitata.

 

Al suo uso per la cottura dei cibi, cosa realizzabile a basso costo e in tempi brevi, è interessato ben un terzo dell’umanità.

 

A questo aspetto della crisi energetica, su cui si scrive moltissimo ma per cui ben poco si fa, è facilmente possibile far fronte distribuendo in tutto il mondo i necessari oltre 200 milioni di fornelli ad energia solare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Meno inquinamento, meno fatica, meno rischio di incendi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sopra, una delle prime cucine solari "a farfalla" ancora in uso nel Continente Africano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nelle regioni oggi colpite da carenza di combustibile, l’uso del fornello solare consente di ridurre le

emissioni di CO2 anche di 10 tonnellate per anno.

 

In base al C.D.M. o "Clean Development Mechanism", definito dal protocollo di Kyoto, questo risultato potrà essere computato a beneficio del paese industrializzato impegnato nel finanziamento dell’iniziativa.

 

 

Inoltre l’uso delle cucine solari:

 

- libera le donne e i bambini dalla quotidiana fatica della raccolta di materiale combustibile, eliminando al tempo stesso i danni provocati dal fumo ed il rischio di incendi;

 

- contribuisce ad arginare la distruzione del patrimonio forestale;

- consente di risparmiare cherosene, un combustibile costoso e non sempre disponibile;

- permette di conseguenza ai paesi interessati di  ridurre le spese in valuta.