Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi siamo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli autori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Socrate Pontanari – Una presentazione

 

Pagina di origine

"Pescatori"

"Antonio Mollicone 'er bottaro'"

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Socrate Pontanari

Una presentazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Socrate nasce a Bracciano, Roma, nel 1942 e si appassiona già da ragazzo alla fotografia: con la sua “Bencini Comet S” primo modello affina il senso dell'inquadratura e della composizione, va alla ricerca del taglio di luce...

 

 

Del 1969 è il suo primo film “Super 8”: insieme ad un gruppo di coetanei produce ben un'ora di proiezione ed il soggetto è di natura sociale - un piccolo reportage sull'avvento della droga in Provincia.

 

Tre anni dopo è uno dei fondatori dell'Associazione “Fotocineamatori Bracciano”, ancora attiva e protagonista dal 1972 ad oggi di apprezzate iniziative anche a livello nazionale, tra cui concorsi e mostre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La crescita teorico-pratica nell'ambito della fotografia passa attraverso una lunga esperienza di post-produzione analogica in camera oscura, dove Socrate sviluppa e stampa i propri scatti, spesso finalizzandoli a scopi divulgativi.

 

Una successiva fase di sperimentazione sulle potenzialità della pellicola diapositiva risulta in migliaia di immagini che danno vita ad una serie di proiezioni artistico-documentarie, negli anni sempre più tecnicamente avanzate.

 

 

Anche se natura e paesaggio rimangono i suoi temi preferiti, dedica attenzione ad aspetti di vita quotidiana e lavorativa, come la pesca sul Lago di Bracciano e la tosatura di greggi in transumanza, e a feste e sagre di paese, come la tradizione natalizia dei presepi viventi, la rappresentazione pasquale della Passione di Cristo e la cosiddetta “infiorata” in occasione del Corpus Domini...

 

L'approccio alla post-produzione digitale gli viene infine dettata dall'esigenza di una moderna archiviazione - di più facile accesso e gestione: la sua ricchissima produzione è ormai già in gran parte acquisita su supporti informatici.